sabato, luglio 22, 2017

La stabulazione in provetta di una Formica Regina



La prima cosa da fare consigliata prima dell'acquisto e quindi di allevare a casa questi splendidi insetti sociali è sapere cosa sono le formiche perchè lo ricordiamo sempre che non sono dei giocattoli, ma degli esseri viventi.
Sul sito abbiamo molte guide e approfondimenti utili sul mondo delle formiche, schede generali che riguardano le singole specie, l'alimentazione e i formicai artificali. E' importante sopratutto comprendere la specie che si vuole possedere.
Tramite il modulo dei contatti siamo disponibili a qualsiasi info o dubbio a riguardo,e potete porci tutte le domande a cui volete una risposta.

Ci siamo comunque accorti, visto le domande che ci arrivano ogni giorno, che mancava un semplice approfondimento che riguarda le regine e/o colonie nelle provette.

Nella foto di sotto c'è un esempio di una formica regina stabulata perfettamente in una provetta sterile che puo essere di vetro, di pvc o poliestere.Ideale per ospitare una giovane regina che fonderà una futura colonia, infatti le nostre colonie sono partite tutte dalla stabulazione di una singola regina dentro una provetta come questa:


La provetta è riempita per 1/3 o un 1/4 da acqua, che serve come serbatoio per l'umidità un fattore molto importante per questi insetti perchè si disidratono molto facilmente, tappata con cotone idrofilo pressato che fa da tappo,resta poi lo spazio vitale che occuperà la regina e/o colonia, e alla fine la provetta è chiusa sempre con semplice cotone idrofilo che permette il ricircolo dell'aria.Di solito il serbatoio dell'acqua non basta per tutto il periodo di ibernazione invernale, quindi noi applichiamo un foro nella parte dell'acqua così mediante una siringa possiamo ripristinarne il giusto livello.

Nella maggiorparte delle specie per tutto il periodo di ibernazione corrispondete alla stagione invernale antecedente alla prima covata quindi alla prima generazione di operaie, la regina non necessita di mangiare, detta fondazione claustrale. Alcune volte però si rende necessaria la somministrazione di carboidrati quindi si somministra con una siringa qualche goccia ogni 2/3 giorni di soluzione liquida zuccherina. 
La regina ha bisogno di riposo. Di solito durante questo periodo, non dovrebbe essere disturbata, quindi va lasciata senza essere stressata in un posto al buio e controllata quando necessario per la soluzione zuccherina altrimenti di norma una volta ogni 2 settimane.

In primavera noteremo poi le prima uova della prima generazione di operaie, che dipende dai casi impiegheranno circa un mese nella metamorfosi completa da uovo ad adulto,approfondito qua.
Quando nasceranno le prime operaie sarà la regina che provvederà loro per il nutrimento fornendo uova sterili.
Finchè la colonia avrà circa una decina/ventina di operaie, un arena collegata alla provetta non è necessaria, la piccola colonia può essere alimentata direttamente nella provetta somministrando carboidrati e proteine evidenziati nella sezione alimentazione.


Quando la popolazione della colonia crescerà a tal punto da diventare affollata, e il processo di somministrazione del cibo diventerà più difficile visto che le operaie più intraprendenti cercheranno di uscire dal nido provetta si potrà collegare una piccola arena dove depositeremo il cibo e iniziare a pensare al formicaio futuro che ospiterà la nostra colonia,di norma il trasferimento avviene quando si raggiungono tra le 50/100 operaie in base alla specie.

Nei prossimi giorni affronteremo questa tematica.

ARTICOLI PIU' LETTI DELLA SETTIMANA

ABBONATI ALLE NEWS