mercoledì, agosto 08, 2012



Nessuno sa ancora come definire queste formiche, se classificarle come nuova specie (nome temporaneo Nylanderia sp. near pubens) o come appartenenti ad una già nota, la Nylanderia pubens. Quello che è certo è che le "formiche pazze di Rasberry" che stanno invadendo gli Stati meridionali del Nord America sono una vera piaga per le formiche locali e i residenti, e minacciano addirittura installazioni come il Johnson Space Center.

Queste formiche, definite per ora come "formiche pazze di Rasberry", apparterrebbero ad una sottospecie invasiva identificata per la prima volta nel 2002 da Tom Rasberry. Sembrano essere imparentate con le Nylanderia pubens, o probabilmente appartenenti alla stessa specie, ma non è ancora chiara la loro provenienza.

Tom Rasberry è un disinfestatore del Texas che per primo ha identificato questeformiche. Fino ad ora, sostiene di aver dedicato oltre 2000 ore di lavoro di ricerca a queste formiche, ed è stato chiamato nel 2008 dal personale del Johnson Space Center per eliminarle dalle installazioni dell'Agenzia.

Queste formiche creano problemi non trascurabili sia a privati che ad aziende. In alcuni casi sono talmente moleste da impedire agli animali da compagnia di uscire in giardino, o agli uccelli di nidificare. Ci sono stati casi di pollame morto per asfissia a causa dell'ostruzione dei condotti nasali, o di animali di grossa taglia attaccati agli occhi o agli zoccoli.

Non si ha una stima dell'impatto economico di queste formiche, ma sembrano amare particolarmente le apparecchiature elettriche, causando problemi di diversa natura che a volte registrano qualche migliaio di dollari di danni.
"Con i sistemi di computer che hanno alla NASA, possono devastare le strutture. Se le formiche entrano negli edifici della NASA in numeri osservati in altre località, beh, sarebbe terribile. Sono in questo business da 32 anni, e non somigliano a nulla che abbia mai visto prima. Quando si vedono entomologi americani sconvolti e stupiti, fa capire di cosa si tratta" spiega Rasberry.


Sebbene siano piccole quanto una "i" di questo post, le formiche pazze di Rasberry sembrano apparentemente inarrestabili. Si tenta di ucciderle, e da qualche migliaio di cadaveri emergono, come dal nulla, milioni di altri esemplari. "Ho creato un sito di test e ho applicato un prodotto disinfestante su mezzo acro...in 30 giorni avevo cinque centimetri di formiche morte che coprivano interamente quello spazio" spiega Rasberry. "Sembrava che la cima del tappeto di formiche fosse in totale movimento per via delle formiche ancora vive, che camminavano in cima a quelle morte".

I residenti delle aree colpite preferiscono addirittura la presenza delle formiche di fuoco, altra specie invasiva, rispetto alle formiche pazze di Rasberry. Questa specie sembra in grado di rimpiazzare le altre, invasive o locali che siano, grazie alla forza dei numeri e ad un'aggressività senza precedenti. Giusto per rendere l'idea, le formiche di fuoco diventano talvolta il loro cibo, come capita anche con insetti qualche decina di volte più grossi di loro.

Le formiche pazze di Rasberry non costruiscono nidi sotto terra, ma preferiscono punti umidi e riparati in superficie, come alberi caduti, rocce e mucchi di foglie. Utilizzano questi ripari come base per le loro spedizioni in cerca di cibo; cibo costituito da praticamente ogni cosa animale o vegetale incontrino sul loro cammino, visto che questa specie è onnivora.

Prima di morire, queste formiche rilasciano un particolare segnale chimico che avverte la colonia di attaccare la minaccia che le ha sterminate. "Arrivano di corsa le altre formiche. In poco tempo si ha una palla di formiche" spiega Roger Gold, entomologo dell'Università del Texas.

L'origine di queste formiche rimane ancora un mistero. Sono probabilmente originarie del Sud America, e apparterrebbero alla specie chamata "formiche pazze caraibiche" (Nylanderia pubens), nota per movimenti veloci e apparentemente casuali delle appartenenti alle colonia.

Le formiche texane, probabilmente Nylanderia pubens, sono molto piccole, fino a 3 millimetri di lunghezza, che possono avere oltre 40 regine e diversi nidi nella stessa colonia.
Per quanto si tenti di ucciderle, il ritmo di riproduzione e la struttura a nidi multipli della colonia rendono vano ogni tentativo di debellare la specie. Le formiche pazze di Rasberry avanzano verso Nord ad un ritmo di quasi 1 km all'anno, ma grazie al trasporto di frutta, verdura e animali d'allevamento possono coprire medie distanze nell'arco di pochi giorni.

Quando una normale disinfestazione di formiche costa circa 85 dollari ogni tre mesi, per le formiche di Rasberry occorrono oltre 600 dollari, tra prodotti e strategie sempre nuove ideate per fermare la loro avanzata, per ottenere risultati non conclusivi.

Attualmente hanno colonizzato oltre 18 contee texane in soli nove anni, e hanno già raggiunto la Florida occupando oltre 20 contee in 11 anni. La loro avanzata sembra inarrestabile, e fino ad ora non è stato trovato un agente chimico in grado di controllarne il numero. "Preferisco di gran lunga le formiche di fuoco" spiega Joe MacGown, curatore della collezione di formiche, zanzare e scarabei del Mississippi State Entomological Museum. "Le colonie di formiche di fuoco si possono evitare".

ARTICOLI PIU' LETTI DELLA SETTIMANA

ABBONATI ALLE NEWS