venerdì, agosto 03, 2012



Le formiche singolarmente sono fragili, ma raggruppate in una colonia arrivano ad essere addirittura una minaccia per l'essere umano.

Le formiche hanno un'organizzazione incredibilmente complicata ed efficiente. Le loro colonie consistono in una serie di tunnel sotterranei, completi di stanze magazzino, stanze per l'accoppiamento, incubatrici, addirittura giardini per i funghi ed altre piante.

Di recente è stato pubblicato un documentario dal titolo "Ants! Nature's Secret Power", nel quale viene scavata un'enorme colonia di formiche per comprenderne a fondo il funzionamento e la struttura.

Il sito prescelto per lo scavo aveva due colonie di formiche. Una ancora attiva, l'altra invece abbandonata. Non preoccupatevi quindi per quello che faranno gli scienziati nel video: non è stata uccisa nessuna formica, se non accidentalmente.

La colonia, come avrete potuto vedere voi stessi dal video, è incredibilmente vasta. Ma non è il massimo ottenibile dal lavoro instancabile delle formiche. Ci sono le cosidette super-colonie.
Fino al 2000 si riteneva che la più vasta super-colonia fosse sulla costa Ishikari di Hokkaido, in Giappone: si estende per un'area di 2,7 chilometri, ed è composta da 45.000 nidi, circa un milione di formiche regina ed una forza lavoro di 306 milioni di operaie.

Nell'ultimo decennio tuttavia ci si è accorti che la super-colonia giapponese non è poi così "super". Negli Stati Uniti è stata scoperta una super-colonia di formiche che si estende per 900 chilometri, chiamata "California Large".
C'è poi la super-colonia autraliana di Melbourne, lunga 100 km, e molte altre in tutto il mondo, che superano abbondantemente le decine di chilometri di estensione.

Ma cosa pensereste di una super-colonia che si estende per oltre 6000 km? E' la colonia di formiche sud-europea, composta da due super-colonie, 33 popolazioni di formiche e miliardi (si, miliardi) di operaie.
Cosa ancora più curiosa è il fatto che tutte queste super-colonie sono composte da un solo tipo di formica, la formica argentina (Linepithema humile).


Come si distinguono quindi diverse colonie se le formiche sono tutte della stessa specie? Attraverso una traccia di idrocarburi, che le formiche utilizzano per distinguere esemplari della stessa colonia da quelle provenienti da colonie diverse.
Ma anche se le formiche si mostrano decisamente aggressive se messe vicine ad altre provenienti da colonie diverse, sembra che le formiche argentine stiano costituendo un network di super-colonie in tutto il mondo, creando quella che viene definita mega-colonia globale.

Questa teoria della mega-colonia, ipotizzata per la prima volta nel 2009 in una ricerca pubblicata su Insectes Sociaux, mostra come alcune delle colonie giapponesi, americane ed europee condividano grande parte del patrimonio genetico. Oltre al fatto che le colonie California Large, quella australiana di Melbourne e quella di Hokkaido mostrano somiglianze negli idrocarburi che le dovrebbero distinguere l'una dall'altra. Queste tre super-colonie sono a tutti gli effetti una enorme mega-colonia globale di formiche.

La colpa è anche nostra. Abbiamo portato la formica argentina in tutto il mondo attraverso il commercio globale, facendola diffondere in ambienti differenti dal suo habitat naturale. Attualmente hanno colonizzato tutto il Sud America; le si possono trovare in ogni continente del mondo, e sono largamente diffuse in oltre 15 Paesi.

Le formiche argentine sono nella lista dei 100 peggiori animali invasori del mondo. Tendono a rimpiazzare le formiche native, mettere in pericolo piante locali, minacciare le lucertole che si nutrono di formiche non argentine. A volte proteggono anche gli afidi delle piante per servirsene come fonte di cibo, contribuendo a danneggiare i raccolti.

ARTICOLI PIU' LETTI DELLA SETTIMANA

ABBONATI ALLE NEWS